Gruppo Liturgico

Ormai da qualche anno, una delle attenzioni primarie della pastorale nella nostra parrocchia di San Secondo, è rivolta alla centralità della domenica giorno speciale della fede, giorno del Signore risorto che si fa presente nella Sua Comunità.

Gradualmente, partendo dal presupposto che senza vivere la domenica non si può costruire una comunità parrocchiale, senza vivere l'Eucaristia domenicale non si cresce nella fede e non si trasmette la fede alle nuove generazioni, pian piano ci si è resi conto della fondamentale importanza della cura delle celebrazioni liturgiche nella pastorale parrocchiale e pertanto dell’urgente necessità di porvi attenzione.

E’ per questo che nella primavera dell’anno 2011 il Parroco Don Pasquale, consapevole che la liturgia è “manifestazione di una Chiesa ministeriale” e quindi il compito di curare la proposta liturgica della Parrocchia non è esclusivo compito del sacerdote, provvedeva ad istituire per la prima volta nella nostra comunità parrocchiale un gruppo liturgico.

Come definire un gruppo liturgico? Sicuramente un insieme di persone, che assumono con responsabilità alcuni servizi o funzioni nelle celebrazioni liturgiche e dedicano parte del loro tempo a riunirsi periodicamente per prepararle, rivederle ed animarle con il loro servizio, in perfetta sintonia con il Parroco. L’obiettivo è quello di far riscoprire il più possibile  all’assemblea, riunita nel nome del Signore, in ogni parola, in ogni gesto e rito, la vera autenticità e forza cristiana e rendere la comunità partecipe in maniera attiva e vibrante al mistero pasquale di Cristo che si celebra. Appartenere al gruppo liturgico è una vocazione di servizio, vocazione che esige di dedicare generosamente un po’ di tempo, impegnarsi a mettere a disposizione della comunità i doni ricevuti dal Signore.

In tal modo si cerca di far sì che l’improvvisazione scompaia dall’azione liturgica, che merita di essere celebrata con la massima dignità, semplicità, solennità e scorrevolezza.

Va peraltro detto che l’esperienza di questi ultimi anni, caratterizzata comunque dall’intervento di  persone di buona volontà che hanno esercitato certe funzioni nelle celebrazioni, facendo un gran servizio con disponibilità e generosità, insegna che la qualità della partecipazione e il frutto spirituale dipendono in gran parte dalla preparazione e amministrazione delle azioni liturgiche, senza le quali la routine prende il sopravvento nell’assemblea.

Fanno parte del gruppo liturgico della nostra Parrocchia:

  • Parroco, Responsabile della sua organizzazione, funzionamento e formazione,

  • Diacono,

  • Lettore istituito,

  • Ministri straordinari della comunione,

  • Salmista,

  • Persone laiche,

  • Commentatori,

  • Organista.

Il gruppo liturgico determina il calendario delle riunioni secondo le necessità della comunità e dell’anno liturgico in particolare.

Gli incontri prevedono un primo momento di preghiera, un momento di formazione tenuto dal Parroco, fondamentale per il gruppo di animazione liturgica, che spesso prevede la lettura di testi liturgici od altri, a seconda dell’argomento da trattare, ed un momento organizzativo nel quale vengono suddivisi i compiti per le celebrazioni future, spesso solenni quali prime comunioni, cresime, triduo pasquale, Pasqua, avvento, Natale ed altre domeniche.

Infine, puntualmente c’è la revisione periodica per esaminare aspetti positivi e riconoscere limiti ed eventuali errori, perché siamo convinti che una celebrazione partecipata, più consapevole ed armoniosa sia lo stimolo a farci sentire tutti più comunità, desiderosi di testimoniare la gioia di essere cristiani nella vita di ogni giorno.